top of page

Il potere delle Opzioni: dalle perdite ai guadagni.



Indice

Prefazione

Benvenuto nel mondo del trading di Opzioni, un ambito affascinante e complesso del

mercato finanziario che offre opportunità uniche ma anche sfide significative.

Questo articolo è stato concepito con l'intento di fornire a chi è alle prime armi

una comprensione solida e approfondita delle Opzioni, strumenti finanziari

potenti che, se gestiti con sapienza e cautela, possono aprire nuove vie verso

il successo finanziario.

 

La nostra missione è guidarti attraverso i concetti fondamentali del trading di

Opzioni, dalle basi alle strategie più avanzate, con l'obiettivo di darti gli

strumenti necessari per iniziare il tuo percorso con una preparazione

ottimale.

 

Questo articolo rappresenta il primo passo verso la realizzazione dei

tuoi obiettivi nel trading, offrendoti una panoramica chiara e accessibile di

ciò che significa operare nel mondo delle Opzioni.

 

Nel corso degli anni, la nostra accademia, Trading Educators, si è imposta come un punto di riferimento nel campo dell'educazione finanziaria. Grazie all'esperienza accumulata, abbiamo sviluppato un approccio all'insegnamento che pone lo studente al centro del processo di apprendimento.

 

La nostra filosofia si basa sulla convinzione che il successo nel trading derivi non solo dalla conoscenza teorica ma anche dalla capacità di applicare tali conoscenze in modo pratico e consapevole.

Per questo motivo, oltre a fornirti una solida base teorica, questo articolo ti guiderà attraverso esempi pratici e casi studio che illustrano l'applicazione delle strategie di trading in contesti reali in modo che possa immergerti, senza rischio, nella filosofia di trading di opzioni finanziarie quotate alla Borsa Americana.

 

La nostra accademia è guidata da Guido Albi Marini, docente universitario e

trader di fama internazionale, che ha dedicato la sua vita all'insegnamento e

alla pratica del trading. Sotto la sua guida, abbiamo creato un sistema di apprendimento che integra le migliori pratiche di trading con approcci innovativi alla gestione del rischio e all'investimento.

Attraverso i nostri corsi, piattaforme di trading uniche create da noi per il nostro stesso trading e poi messe a disposizione dei nostri studenti, e il supporto costante agli iscritti ai nostri corsi, ci impegniamo a fornire un'educazione di qualità che prepari i trader di domani.

 

Questo articolo è solo l'inizio del tuo viaggio. Ti invitiamo a proseguire l'esplorazione del mondo del trading con noi, sfruttando le opportunità di apprendimento che offriamo attraverso corsi gratuiti, materiali didattici

avanzati e l'accesso alle nostre piattaforme di trading esclusive. Il nostro impegno è quello di supportarti in ogni fase del tuo percorso, rispondendo

alle tue domande e aiutandoti a superare le sfide che incontrerai.

Il trading di Opzioni è un campo ricco di possibilità, ma richiede impegno, disciplina e una continua volontà di apprendimento. Con questo articolo, speriamo di accendere la tua passione per il trading e di fornirti le conoscenze necessarie per navigare con successo nel mondo delle opzioni. Benvenuto nella nostra accademia, dove il tuo successo nel trading inizia con l'educazione.

Ti auguriamo un viaggio ricco di successi e scoperte.

Fondamenti del trading di Opzioni


Le Opzioni sono strumenti finanziari derivati che offrono agli investitori il diritto, ma non l'obbligo, di comprare o vendere un asset sottostante a un prezzo predeterminato, noto come prezzo di esercizio, entro una data specifica. Questa flessibilità rende il trading di Opzioni un'attività attraente per molteplici tipologie di investitori, dai principianti agli esperti, che cercano di diversificare le proprie strategie di investimento, di speculare sui movimenti dei prezzi o di proteggere il proprio portafoglio da volatilità indesiderata.

Senza saperlo molto spesso nella tua attività quotidiana sei esposto alla logica delle Opzioni.


 Le Opzioni sono classificate in due categorie principali: Opzioni call e Opzioni put.

  • Le Opzioni call danno al possessore il diritto di acquistare l'asset a un prezzo fissato;

  • Le Opzioni put conferiscono il diritto di vendere l'asset al prezzo di esercizio.


La decisione di esercitare queste Opzioni dipende da una varietà di fattori che influenzano il valore dell'opzione stessa, inclusi il prezzo corrente dell'asset sottostante, la volatilità del mercato, il tempo alla scadenza dell'opzione e il tasso di interesse prevalente.

 


Componenti chiave delle Opzioni


Prezzo di esercizio (Strike Price): Il prezzo a cui l'acquirente di un'Opzione può acquistare (per le call) o vendere (per le put) l'asset sottostante.


Premio dell'Opzione: Il costo di acquisto dell'Opzione, pagato dall'acquirente al venditore. Il premio è influenzato da diversi fattori, inclusa la distanza tra il prezzo di mercato attuale e il prezzo di esercizio, così come il tempo rimanente fino alla scadenza.


Scadenza: Le Opzioni hanno una data di scadenza, dopo la quale il diritto di esercitare l'Opzione scade. La scadenza può variare da pochi giorni a diversi anni, a seconda del tipo di Opzione.


Valore intrinseco e valore temporale: Il valore intrinseco di un'Opzione è la differenza positiva tra il prezzo di mercato dell'asset sottostante e il prezzo di esercizio dell'Opzione. Il valore temporale, invece, riflette la possibilità che l'Opzione diventi più preziosa prima della sua scadenza a causa di cambiamenti nel prezzo dell'asset sottostante.


 

Vantaggi del trading di Opzioni


Il trading di Opzioni offre diversi vantaggi, tra cui:


  • Flessibilità: Gli investitori possono utilizzare opzioni per una varietà di strategie, da semplici scommesse direzionali a complesse strategie di hedging e arbitraggio.

  • Leverage: Con un investimento relativamente piccolo (il premio dell'Opzione), è possibile controllare una quantità significativa dell'asset sottostante.

  • Rischio limitato: Per l'acquirente di un'Opzione, il rischio è limitato al premio pagato, a differenza dell'acquisto diretto dell'asset, dove il rischio di perdita è illimitato.

  • Potenziale di profitto in diverse condizioni di mercato: Le Opzioni permettono di guadagnare sia in mercati in rialzo che in ribasso, a seconda della strategia utilizzata ed anche in mercati che non si muovono, come sanno bene gli studenti delle nostre strategie su Opzioni.

               

Rischi Associati


Nonostante i potenziali vantaggi, il trading di Opzioni comporta rischi significativi:

  • Complessità: Le Opzioni possono essere strumenti complessi e richiedono una buona comprensione del mercato e delle strategie di trading.

  • Perdita del premio: L'acquirente di un'Opzione può perdere l'intero premio se l'Opzione scade senza valore.

  • Volatilità: Fluttuazioni impreviste dei prezzi possono rendere difficile prevedere il movimento dell'asset sottostante.

  Perché Investire in Opzioni?

Il trading di Opzioni è un'attività che suscita interesse per la sua capacità di offrire diverse opportunità agli investitori. Questo capitolo esplora i motivi per cui le Opzioni potrebbero essere un complemento prezioso al tuo portafoglio di investimenti, evidenziando i vantaggi e presentando dati di mercato ed esempi concreti per illustrare il potenziale delle Opzioni.

Da tenere sempre presente, che, seppur con le dovute distinzioni, i concetti che vedrai si applicano in modo identico in ogni mercato di Opzioni, come per esempio Opzioni su azioni, Opzioni su futures, Opzioni su titoli vari.

 

Dati di Mercato

Seppur il trader novizio, quello che è abituato a vedere parlare di trading sui vari social in modo, permettimi, appena dignitoso, probabilmente non ne ha mai sentito parlare, le Opzioni hanno guadagnato popolarità negli ultimi anni, testimoniata da un aumento significativo dei volumi di trading.

Ad esempio, la Chicago Board Options Exchange (CBOE) ha registrato un aumento del volume di trading delle opzioni da 1 miliardo di contratti nel 2004 a oltre 7 miliardi nel 2020, e circa 10 miliardi nel 2023 segnalando un crescente interesse e utilizzo tra gli investitori.

Vantaggi del trading di Opzioni


  1. Leverage (effetto leva): Le Opzioni permettono di controllare una quantità maggiore di azioni (o altri asset) con un investimento minore rispetto all'acquisto diretto. Ad esempio, se l'azione di una società è quotata a 100€ per azione, un'Opzione call che ti dà il diritto di acquistare l'azione a 100€ potrebbe costare solo 5€ per azione. Ciò significa che con 500€, puoi controllare 100 azioni che altrimenti ti costerebbero 10.000€.

  2. Flessibilità strategica: Le Opzioni offrono la flessibilità di implementare strategie che non sono possibili con altri strumenti finanziari. Ad esempio, puoi speculare su movimenti di prezzo in entrambe le direzioni o anche quando prevedi che il prezzo non si muoverà significativamente. Molte strategie su Opzioni, per esempio Opzioni su indici, permettono di guadagnare anche se il mercato non si muove o va leggermente contro di noi, cosa impensabile nel trading tradizionale.

  3. Rischio limitato: Per gli acquirenti di Opzioni, il rischio è limitato al premio pagato per l'Opzione. Questo è particolarmente utile in situazioni di mercato incerte, dove limitare la potenziale perdita è una priorità. Questa è un'affermazione che ho dovuto inserire qui, perché vera al 100%, ma solo se l’applichiamo in un contesto di un trade. Già se pensiamo ad un contesto allargato, non importa se Opzioni finanziarie, su commodities, o su azioni, in realtà le strategie più elementari, come quelle di comprare un’Opzione, ha delle percentuali che sono contro il trader, per cui è vero che il rischio massimo è ridotto al premio pagato, ma la probabilità di non avere profitto è più alta di quella di ottenerlo e pertanto, in una visione d’insieme, il rischio di non essere profittevoli inizia a cumularsi. Si dice nel mercato “morto per centinaia di piccole ferite”.

 

Ovviamente ci sono splendide strategie per evitare che questo accada.

 


Esempi concreti di Strategie Elementari

Esempio 1: Speculazione con risorse limitate  Immagina di prevedere un aumento del prezzo delle azioni di una società X nei prossimi mesi. Invece di acquistare direttamente le azioni a 100$ ciascuna, decidi di acquistare un'Opzione call con uno strike price di 100$ e un premio di 5€, scadenza in 3 mesi. Se le azioni salgono a 120$, puoi esercitare l'Opzione, ottenendo un profitto significativo (20$x100) meno il premio pagato (500$)= 1.500$. Se invece il prezzo non sale come previsto, la tua perdita si limita al premio di 5€ per azione, quindi perdita di 500 $.

Esempio 2: Hedging di un portafoglio azionario  Supponiamo di possedere 100 azioni della società Y, attualmente valutate 50€ ciascuna. Preoccupato per una possibile discesa del mercato nei prossimi mesi, decidi di acquistare Opzioni put con uno strike price di 50€ e un premio di 2€ per azione. Se il prezzo delle azioni scende a 40€, puoi esercitare le Opzioni put per vendere le tue azioni al prezzo di esercizio di 50€, proteggendo così il valore del tuo investimento dai cali del mercato.


Abbiamo scritto un approfondimento in merito, leggi di più su "Perché investire in Opzioni".

Leggere i Mercati Finanziari

Nel mondo del trading di Opzioni, comprendere i mercati finanziari e le metodologie per analizzarli è cruciale. Questo capitolo si concentra sull'analisi tecnica e fondamentale, arricchito da esempi pratici che incorporano le formazioni di Joe Ross, come il Ross Hook, la Reversal e la Inside Bar, per offrire spunti concreti sull'applicazione di queste tecniche nel trading di Opzioni.


Analisi Tecnica

L'analisi tecnica si avvale dell'esame di grafici dei prezzi per identificare modelli e tendenze che possono indicare i futuri movimenti di mercato. Tra i vari pattern identificati da Joe Ross, alcuni dei più significativi per i trader di opzioni includono:

  • Ross Hook (RH) Il Ross Hook è una formazione che segue una breakout di tendenza. È un segnale che appare dopo un "1-2-3 high" o "1-2-3 low", indicando la continuazione della tendenza. Esempio Pratico: Immaginiamo di notare un Ross Hook dopo un "1-2-3 high" sul grafico di un'azione. Questo può suggerire una continuazione del trend rialzista. In tale scenario, potrebbe essere strategico acquistare Opzioni call sulla previsione che il prezzo dell'azione continuerà a salire, sfruttando il momento indicato dal Ross Hook per massimizzare i potenziali guadagni.

  • Reversal: La Reversal è un modello che indica un possibile cambiamento di direzione del mercato. Può apparire in cima a un trend al rialzo o in fondo a uno al ribasso, segnalando rispettivamente una possibile inversione al ribasso o al rialzo. Esempio Pratico: Se osserviamo una formazione di Reversal in cima a un trend al rialzo di un'azione, ciò potrebbe indicare un imminente ribasso. Acquistare Opzioni put in questo contesto potrebbe essere una mossa astuta, anticipando la caduta del prezzo dell'azione e conseguendo un profitto dalla diminuzione del suo valore.

 

Analisi Fondamentale

Mentre l'analisi tecnica si concentra sui grafici dei prezzi, l'analisi fondamentale valuta le condizioni economiche, la salute finanziaria delle aziende e altri fattori esterni.

Questo approccio mira a determinare il valore intrinseco di un'azione e a prevedere i movimenti futuri dei prezzi.

Esempio Pratico: Supponiamo che l'analisi fondamentale riveli che la società ZYX sta per lanciare un nuovo prodotto rivoluzionario. Questa informazione potrebbe portare a un aumento del prezzo delle azioni. In tale contesto, acquistare Opzioni call prima dell'annuncio pubblico potrebbe permetterti di capitalizzare sull'aumento atteso del prezzo delle azioni.

Psicologia di Trading

Infine, non sottovalutare mai l'importanza della psicologia di trading. Le emozioni possono influenzare significativamente le decisioni di trading, sia individualmente che a livello di mercato.

Anche su questo tema di come affrontare le sfide psicologiche facendo trading su opzioni sarà tema di un articolo ben approfondito in un prossimo futuro.

Strategie Base nel trading di Opzioni

Nel trading di Opzioni, conoscere diverse strategie è essenziale per navigare con successo nel mercato. Questo capitolo introduce alcune strategie base che ogni trader di Opzioni dovrebbe conoscere: Long Call, Long Put, Covered Call e Protective Put. Ogni strategia viene esplorata con esempi pratici per illustrare il suo potenziale uso.

Preme però notare che quelle che evidenziamo, per evidenti problemi di spazio e di contesto, sono unicamente le strategie su Opzioni che io chiamerei tradizionali che vorremmo tu utilizzassi unicamente per renderti conto di come questi strumenti, Opzioni finanziarie, su azioni, su indici, su futures sono molto più versatili del classico “acquisto un titolo sperando che il suo valore aumenti”.

Nei nostri corsi su Opzioni ci spostiamo invece in un modo che potrei dire, senza tema di smentita, unico nel panorama mondiale del trading su Opzioni che, seppur basato sulle caratteristiche di versatilità delle Opzioni, non ha nulla a che fare con quello che stai per leggere qui di seguito.


opzioni



opzioni

 

Long Call

Una posizione Long Call viene aperta quando un trader acquista un'Opzione call, anticipando che il prezzo dell'asset sottostante aumenterà oltre lo strike price prima della scadenza dell'Opzione.

opzioni

Esempio Pratico: Supponiamo che le azioni della società XYZ siano quotate a 50$ e prevedi un aumento del prezzo. Acquisti un'Opzione call con uno strike price di 55$ a un premio di 2$. Se il prezzo dell'azione sale a 60$ prima della scadenza, puoi esercitare l'Opzione, acquistare le azioni a 55$ e rivenderle immediatamente a 60€, realizzando un profitto lordo di 5€ per azione, meno il premio pagato di 2€, per un guadagno netto di 3€ per azione.

Long Put

Una posizione Long Put viene aperta quando un trader acquista un'Opzione put, anticipando che il prezzo dell'asset sottostante scenderà al di sotto dello strike prima della scadenza dell'Opzione.

opzioni

Esempio Pratico: Se credi che le azioni della società ABC, attualmente a 40€, stiano per diminuire, potresti acquistare un'Opzione put con uno strike price di 35€ a un premio di 1€. Se il prezzo dell'azione scende a 30€, puoi esercitare l'Opzione, vendendo le azioni a 35€. Hai quindi realizzato un profitto lordo di 5€ per azione, meno il premio pagato, per un guadagno netto di 4€ per azione.


Protective Put

Una strategia Protective Put coinvolge l'acquisto di un'Opzione put per proteggere le azioni detenute da una possibile diminuzione del loro valore. Questo agisce come una polizza di assicurazione.

Esempio Pratico: Detieni 100 azioni della società GHI, quotate a 100€, e acquisti un'Opzione put con uno strike price di 95€ a un premio di 2€ per azione. Se il prezzo dell'azione scende a 90€, puoi esercitare la put, vendendo le tue azioni a 95€, limitando la tua perdita. Il costo di questa protezione è il premio pagato.



Introduzione alle Strategie Avanzate

Dopo aver esplorato le strategie di base, è il momento di addentrarci in alcune tecniche più sofisticate del trading di Opzioni. Queste strategie avanzate, seppur come dicevamo prima, ancora da considerare tradizionali,  possono aiutare a massimizzare i profitti e gestire il rischio in modo più efficace, offrendo ai trader una gamma più ampia di opzioni per adattarsi a diversi scenari di mercato.

 

Vendita di Call Coperte (Covered Call)

La vendita di call coperte è una strategia in cui vendi Opzioni call su un asset che possiedi già. Questo può generare reddito aggiuntivo (il premio dell'opzione) e fornire una certa protezione contro un calo del prezzo dell'asset sottostante.

Esempio Pratico: Possiedi 100 azioni della società ABC, che attualmente si scambiano a 100€ per azione. Decidi di vendere un'Opzione call con uno strike price di 110$, ricevendo un premio di 5€ per azione. Se il prezzo dell'azione rimane sotto 110€, puoi tenere il premio e le azioni. Se il prezzo supera 110€, le tue azioni vengono vendute al prezzo di esercizio, ma avrai comunque beneficiato del premio e dell'aumento del prezzo fino a 110€.

 

Spread Verticali

Gli spread verticali implicano l'acquisto e la vendita simultanea di due Opzioni dello stesso tipo (entrambe call o put) con lo stesso mese di scadenza ma prezzi di esercizio diversi. Questo limita sia il potenziale guadagno sia la perdita.

Esempio Pratico: Considera di costruire uno spread verticale di call acquistando un'opzione call su XYZ con uno strike price di 50€ e vendendo contemporaneamente un'altra call con uno strike price di 60€. Se il prezzo dell'azione si trova tra questi valori alla scadenza, il tuo profitto sarà la differenza tra i due prezzi di esercizio, meno i premi pagati e ricevuti.

Questo aiuta a avere un prezzo totale pagato inferiore all’acquisto semplice di una call, e se il mercato si muove tra 50$ e 60$ si avrà avuto il massimo profitto possibile sia con la semplice call che con questa strategia ma con un utilizzo del capitale inferiore e pertanto con una redditività molto maggiore. 

 

Strangle

Una strategia Strangle consiste nell'acquisto di un'Opzione call e di un'Opzione put su uno stesso asset, con lo stesso mese di scadenza ma prezzi di esercizio (strike)  diversi. Questa strategia è utilizzata quando ci si aspetta un movimento significativo del prezzo dell'asset, ma non si è sicuri della direzione.

Esempio Pratico: Supponiamo che le azioni della società DEF siano quotate a 80€. Acquisti un'Opzione call con uno strike price di 85€ e un'Opzione put con uno strike price di 75€, entrambe con scadenza il mese successivo. Se il prezzo dell'azione si muove significativamente sopra 85€ o sotto 75€, puoi realizzare un profitto. La perdita è limitata ai premi pagati per le opzioni se il prezzo rimane tra i due strike price.

 

Iron Condor

L'Iron Condor è una strategia leggermente più complessa che combina uno spread di call e uno spread di put, con l'obiettivo di trarre profitto quando l'asset sottostante ha poca o nessuna volatilità.

Esempio Pratico: Immagina di impostare un Iron Condor sulle azioni XYZ, attualmente a 100€. Vendi una call con uno strike price di 110€ e compri una call con uno strike price di 115€. Contemporaneamente, vendi una put con uno strike price di 90€ e compri una put con uno strike price di 85€. Se il prezzo dell'azione rimane tra 90€ e 110€ fino alla scadenza, trarrai profitto dai premi ricevuti.

Leggi di più sull' Iron Condor, cliccando qui.


Il Money Management nel trading di Opzioni

Il successo nel trading di Opzioni non deriva solo dall'abilità di prevedere i

movimenti del mercato, ma anche da una gestione del capitale attenta e

ponderata. Due approcci fondamentali al money management nel trading di Opzioni sono: la regola del 2% e il Fixed Ratio Money Management.

Entrambi hanno i loro meriti, ma il Fixed Ratio Money Management spicca per i trader che puntano alla crescita a lungo termine del loro capitale. E’ il sistema da noi preferito, ma richiede un’attimo più di attenzione e studio per una sua applicazione rispetto alla regola del 2%.

 

La Regola del 2%

La regola del 2% è un principio di money management che suggerisce di non

rischiare più del 2% del proprio capitale di trading in una singola operazione.

Questo approccio, molto semplice,  mira a limitare le perdite, preservando il capitale in caso di una serie di operazioni sfavorevoli.

Esempio Pratico: Se il tuo capitale di trading è di 10.000€, seguendo la regola del 2%, non dovresti rischiare più di 200€ in un singolo trade. Questo metodo è semplice e offre una protezione solida contro le perdite significative, ma può limitare le opportunità di crescita rapida del capitale, per di più nel caso delle opzioni che non sono frazionabili, non è sempre facile rischiare esattamente il 2%.

 

Fixed Ratio Money Management

Il Fixed Ratio Money Management, d'altra parte, offre un approccio più dinamico e più professionale. Determina quando aumentare la dimensione delle posizioni basandosi sui profitti

accumulati, utilizzando un "delta" per calibrare questo incremento.

Questo metodo è particolarmente vantaggioso per i trader che cercano una

crescita sostenuta del loro capitale.





Esempio Pratico: Con un capitale di 10.000€ e un delta di 400€, inizieresti rischiando 200€ per trade. Dopo aver guadagnato 400€ di profitto (portando il tuo capitale a 10.400€), aumenteresti il rischio per trade, ad esempio, a 400€.

Questo approccio incentiva una crescita graduale del rischio in linea con l'aumento del capitale, permettendo potenzialmente maggiori rendimenti con un controllo del rischio personalizzato. Ovviamente diminuendo il delta la crescita diventa più veloce. Questo argomento viene approfonditamente trattato nei nostri corsi.

 

Confronto e Considerazioni

La scelta tra la regola del 2% e il Fixed Ratio Money Management dipende dagli

obiettivi individuali del trader, dalla tolleranza al rischio e dalla strategia

di trading. Mentre la regola del 2% è conservativa e mira a preservare il capitale, il Fixed Ratio Money Management si adatta ai trader che sono disposti a incrementare il rischio proporzionalmente ai guadagni per accelerare la crescita del capitale. Sembrerebbe più rischioso, ma in realtà, in presenza di strategie a bassissimo rischio e bassissima probabilità statistica della sua realizzazione, il Fixed Ratio offre una solidissima protezione contro i momenti in  perdita, permettendo però nel contempo di aumentare la velocità della crescita del conto del trader.

Scegliere l'approccio di money management giusto è fondamentale nel trading di opzioni.

Mentre la regola del 2% offre una semplice salvaguardia contro le perdite, il

Fixed Ratio Money Management rappresenta una strategia più avanzata e

flessibile che può favorire una crescita sostenibile del capitale. I trader che preferiscono un percorso di crescita ponderato e adattivo troveranno nel Fixed Ratio Money Management uno strumento prezioso per raggiungere i loro obiettivi finanziari.

Strumenti e risorse per il trader

Focus su PDS e Trade Partner

Nel percorso verso la competenza e il successo nel trading di Opzioni, l'accesso a strumenti e risorse affidabili è fondamentale.

 

In questo capitolo, ci concentriamo su due piattaforme innovative da noi sviluppate per offrire ai trader un vantaggio competitivo nel mercato: la Piattaforma di Decisione Strategica (PDS) e Trade Partner. Entrambe queste piattaforme sono state create con l'obiettivo di affinare l'approccio al trading, facilitando analisi accurate e decisioni informate.

 

Piattaforma di Decisione Strategica (PDS)

La Piattaforma di Decisione Strategica (PDS) è uno strumento avanzato di analisi di mercato che integra dati in tempo reale, analisi tecnica e algoritmi predittivi per guidare i trader nelle loro decisioni di investimento. Questa piattaforma è stata progettata per identificare opportunità di trading basandosi su criteri predefiniti, riducendo il tempo necessario per l'analisi dei mercati e aumentando l'efficienza delle operazioni di trading.

 

Caratteristiche principali:

  • Analisi tecnica avanzata: PDS offre una vasta gamma di strumenti di analisi tecnica, compresi indicatori personalizzabili e modelli grafici, per aiutare i trader a identificare trend e punti di svolta nel mercato.

  • Algoritmi predittivi: Utilizza algoritmi avanzati per analizzare i dati di mercato e fornire previsioni sulla direzione dei prezzi, aiutando i trader a prendere decisioni più informate.

  • Personalizzazione: I trader possono configurare avvisi e filtri personalizzati per concentrarsi sulle opportunità di trading che meglio si adattano alla loro strategia.

  • Individuazione delle migliori strategie presenti nel mercato in quel preciso momento

 

Trade Partner

Trade Partner è una piattaforma complementare a PDS, progettata per facilitare la gestione e l'esecuzione delle operazioni di trading. Con una forte enfasi sulla gestione del rischio e sull'ottimizzazione delle performance, Trade Partner si pone come uno strumento indispensabile per il trader moderno.

Caratteristiche principali:

  • Gestione del rischio: Integra funzionalità avanzate per la gestione del rischio, permettendo ai trader di impostare stop loss, prendere profitto e limiti di esposizione in modo intuitivo e automatizzato permettendo anche l’esecuzione in step dei propri ordini quando si realizza una condizione, senza la necessità da parte del trader di essere di fronte al pc tutto il giorno.

  • Esecuzione degli ordini: Offre un'interfaccia semplificata per l'esecuzione rapida degli ordini, con supporto per strategie di trading multiple, comprese quelle basate su opzioni. Questa possibilità è al momento unica al mondo.

  • Monitoraggio in tempo reale: Consente un monitoraggio dettagliato del portafoglio, con aggiornamenti in tempo reale su performance, margini e altri indicatori chiave di performance.

  • Matrice: Trade Partner, unica al mondo, si distingue per la sua capacità di creare matrici di prezzi per gli spread, offrendo una risorsa inestimabile per la pianificazione e l'analisi delle strategie di trading. La sua abilità è nel generare matrici di prezzi per gli spread scelti dal trader, o proposti dalla PDS, simili alle option chain disponibili per le singole opzioni. Questa matrice consente di visualizzare e analizzare il rendimento passato di uno specifico spread, nonché la performance attuale di spread identici ma con scadenze diverse. Tale strumento riveste un'importanza cruciale per i trader che intendono valutare le potenziali performance future dei propri spread, soprattutto e non solo per coloro che sono soliti tradare spread diagonali dove l’incognita è il valore estrinseco della long alla scadenza della short.    

Primi passi pratici nel Trading di Opzioni

Dopo aver esplorato le strategie di trading di Opzioni e gli strumenti avanzati disponibili, è il momento di discutere come mettere in pratica queste conoscenze.

Questo capitolo è dedicato a fornire una guida sui primi passi pratici che un trader dovrebbe considerare per iniziare il proprio percorso nel trading di Opzioni con successo.

Creazione di un piano di Trading

Il primo passo fondamentale è sviluppare un piano di trading solido. Questo piano dovrebbe includere gli obiettivi di trading a breve e lungo termine, le strategie di trading da implementare, i criteri per l'ingresso e l'uscita dalle posizioni, e le regole di money management.

 

Esempio Pratico: Decidi di specializzarti in spread di Opzioni. Il tuo piano includerà:

  • La ricerca di spread con un'alta probabilità di successo magari impostando un target di profitto del 20% per ogni operazione, e limitando le perdite al 10% del capitale investito in ogni singola posizione facendo attenzione, attraverso la piattaforma in dotazione, che il massimo rischio abbia una possibilità statistica di verificarsi, per esempio non superiore al 9%. Questo ovviamente è il punto essenziale e su cui il trader deve avere le idee molto chiare.

  • La selezione di un Broker Scegliere il broker giusto è cruciale. Oltre a considerare le commissioni e le spese, valuta la velocità di risposta del loro servizio assistenza clienti. Le Opzioni sono strumenti complessi e gestite dai broker con delle sottili differenze che possono diventare cruciali in certi momenti di mercato. E’ bene conoscere in anticipo il comportamento del broker in quelle occasioni.

  • La disponibilità di piattaforme di trading offerte e la loro semplicità di utilizzo (ci sono piattaforme di trading di Opzioni che hanno moltissime funzioni, la maggior parte delle quali non sarà mai utilizzata dal trader medio, ma che, proprio per questo hanno un livello di apprendimento eccessivamente  complesso.

 


Conclusione: costruire una base di conoscenza

Prima di tuffarti nel trading di Opzioni, investi tempo nell'educazione. Approfondisci la tua comprensione delle basi del trading di opzioni, delle diverse strategie disponibili, e del funzionamento degli strumenti analitici avanzati.

Non ci stancheremo mai di dire che il trading è una vera professione, che dà immense soddisfazioni, ma solo a chi, liberatosi dai condizionamenti delle pubblicità circolanti, ha velocemente compreso che, come in tutto, è il proprio desiderio di imparare e di dedicare tempo che permetterà a questa attività di regalargli successi impensabili nella maggior parte delle altre attività cui ci si può dedicare.

 


opzioni

Comments


bottom of page